Rete Teatrale Aretina

Rassegna Messaggi


Messaggi 2016

il teatro scuola nella provincia di arezzo
Rassegna teatrale dei laboratori scolastici provinciali
in collaborazione con Comune di Arezzo
16, 17, 18, 19, 20, 21 maggio 2016
TEATRO PIETRO ARETINO
Arezzo

messaggi2016

Depliant Messaggi 2016

Il teatro deve essere una forma di arte viva. Ecco allora il teatro legato ai giovani, un connubio che ogni anno porta sempre più ragazzi a teatro (attori e spettatori), attraverso un processo educativo e sociale che non dimentica il valore ludico e la leggerezza del mondo dello spettacolo.
“Messaggi”, la rassegna che porta il teatro nelle scuole nella provincia di Arezzo grazie alla organizzazione della Rete Teatrale Aretina,  il sostegno della Regione Toscana,  Comune di Arezzo, e la collaborazione della Provincia, e mette in scena 11 istituti scolastici che per quattro giorni saranno protagonisti al Teatro Pietro Aretino e al Teatro Mecenate di Arezzo.
Qui una giuria premierà tutti i partecipanti e segnalerà i laboratori ritenuti più significativi, così da portarli in altre rassegne regionali e nazionali, grazie al protocollo “RARE” firmato dalla Rete Teatrale Aretina che mette in rete le più importante rassegne italiane di teatro della scuola.

La rassegna si inaugura martedì 17 maggio al Teatro Pietro Aretino, per concludersi sabato 21 maggio, coinvolgerà circa 200 giovani con in scena 14 laboratori appartenenti agli istituti di tutta la provincia, da Arezzo, Montevarchi, Sansepolcro, Cortona, Castiglion Fiorentino. Novità di questo anno, è l’ospitalità che la rassegna darà ad un laboratorio di Firenze e una Scuola di Udine.

Il progetto oltre a portare sulla scena alcuni classici riscritti da giovani autori non trascura episodi di drammaturgia originale creata dal gruppo insieme agli operatori dei laboratori..

La rassegna non si conclude nei quattro giorni, ma comprende anche le repliche del serale, dove viene richiesto un piccolo contributo di 2 euro

LUNEDÌ 16 MAGGIO
ore 16.30 Teatro Pietro Aretino
MESSAGGI IN RETE
confronto tra istituzioni, dirigenti scolastici, insegnanti e operatori teatrali su temi di forte attualità sul Teatro e Scuola

MARTEDÌ 17 MAGGIO
ore 9.30
Associazione di promozione sociale Quelli del Bazar (FI)
IO SONO COME TE
Regia e testo: Tatiana Saltarello
Aiuto Operatore teatrale: Amerigo armi
Laboratorio interclasse con: Eleonora Bellesi, Priscilla Manna, Mari-anna Bondarenko Cherni, Ledjo balshi, Sharka kleant; Erlind Kuqi. Tin Tin Hu

Spettacolo teatrale ideato con la partecipazione di minori stranieri non accompagnati ospiti delle strutture di accoglienza del Comune di Firenze, e minori interessati al progetto, attraverso il laboratorio di teatro sociale “Polvere di Stelle”, sostenuto dalla Regione toscana. La performance affronta la tematica della relazione adulto-adolescente e la necessità dell’ascolto reciproco. I ragazzi infatti affrontano un viaggio alla ricerca di adulti che siano disposti ad ascoltare i loro pensieri e idee. Alla fine del viaggio quello che emerge è il concetto che anche i ragazzi hanno delle consapevolezze e opinioni che se ascoltate possono incidere sulla società in cui viviamo.

ore 10.30 e ore 22
Itis Galileo Galilei di Arezzo
ACQUA E TERRA
condotto da Maurizio Giustini
insegnante referente Maurizio Giustini

laboratorio interclasse con Lorenzo Carrara,  Elisa Chianucci,  Aurora Crocini,  Ciro Dell’Anno, Eva De Risi, Antonio Esposito, Melissa Frateili,  Lorenzo Fusco, Eduardo Gaspar, Eleonora Hong, Giulia Isacchi, Lorenzo Leucalitti, Martina Loru,  Abigail Mannelli, Carlo Mazzeschi, Riccardo Nenci, Giulia Sbietti, Ilaria Donata Sciadini, Giada Senesi, Anastasiya Yakusheva.

La nostra civiltà contadina, fino a qualche decennio fa, si basava su un delicato equilibrio tra le attività dell’uomo e gli elementi naturali (l’acqua e la terra del titolo). Ogni evento ambientale negativo aveva il potere di mettere a rischio la sopravvivenza di intere famiglie e tanta precarietà dell’esistere poteva essere affrontata solo col supporto di un sistema magico-religioso: culti delle acque, ritualità propiziatorie o protettive si fondevano con sistemi di sicurezza “ufficiali”, dati dal medico o dal prete. In questo contesto storico e culturale, si agita sul palco la storia di una comunità delle nostre terre e di due donne che, in nome della loro amicizia, affrontano le avversità e le relative paure. Il testo si basa sugli esiti di ricerche sul campo condotte dall’autore nella società agro-pastorale della Valtiberina toscana.

ore 11.30
IPSS Severini di Cortona (AR)
IO SONO FURIOSO
Campo d’addestramento per la vocazione
Laboratorio di inQuanto teatro e Fondazione Toscana Spettacolo
condotto da Giacomo Bogani
insegnante di riferimento Prof.ssa Simonetta Valenti

Laboratorio Della Classe II A KristI Allushaj, Bennati Francesca, Cesarini Sabrina, Ciobanu Ana Maria, Dezzi Andrea Anastasia, Gorelli Francesco, Ionita Robert Alexandru, La Falce Ilaria, Bajame Lifa, Mariottini Diego, Mazzoni Aurora
Moccia Aurora, Olianti Gioia, Orsini Giuseppe, Paoloni Martina, Pastonchi Christian, Pecora Tommaso, Pizzulo Debora
Polidori Sara, Spensierati Gabriel, Stasiv Krystyna, Tanku Laura, Vinerbi Andrea, Wang Francesco, Zadini
Alessandra Zavate, Maria Otilia

Io sono Furioso! è una riflessione sull’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, un viaggio attraverso il poema, per ritrovare il paladino di Francia e guardarlo negli occhi, per specchiarsi nella sua follia e cercare di capirla.
Proprio quella furia, quel desiderio di ribellione, quella pazzia d’amore, ci appare come una risorsa, una forza legata alla gioventù dei personaggi, che si oppone a tutti i doveri imposti dall’alto, alle aspettative, alla sfiducia, ai pregiudizi del mondo.  Il senso delle parole di Ariosto, le dinamiche messe in scena nel suo poema, ci riportano infatti a scene quotidiane, alla nostra stessa vita: si parla di battaglie, alcune vinte, molte altre perse. Si parla d’amore, corrisposto oppure sofferto. Si parla degli ideali, delle paure e dei desideri di un’umanità in guerra contro se stessa. Perché tutti abbiamo un amore che ci fa sembrare folli agli occhi degli altri. E come Orlando, lottiamo per questo amore, ci confrontiamo col mondo, sfidiamo il giudizio degli altri.  Questo non è uno spettacolo in costume, non è una recita, non è finzione. “Io sono Furioso!” è una dichiarazione di battaglia, una dichiarazione d’amore, urlata da un gruppo di ragazzi, a loro modo paladini di un’epoca diversa, ma altrettanto fantastica.

ore 21
Isis Magrini Marchetti – Gemona Del Friuli (UD)
IL VELO
Opera originale
Coordinamento Michele Zamparini
Docenti referenti Paola Luchini
GRUPPO M.A.D. (Minacciosi Anche Dormendo)

Laboratorio interclasse con: Dana Bagioli, Laura Bellina, Elisa Berto, Elisa Biasino, Alessia Bortolin, Martina Buzzulini, Giacomo Cereghini, Francesca Dal Zilio, Francesca De Reggi, Chiara Dosi, Faleschini Elisa, Natasha Finotto, Alessio Gardellini, Ruben Genoni, Chiara Grendene, Narjisse Hilali, Michela Lostuzzo, Susanna Lovinom, Elena Madussi, Riccardo Riccato, Vanessa Rot, Emanuele Rumiz, Samira Sabili, Tiziana Temporal

Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, poi la vita ti risponde.
E’ partendo da questa frase di A. Baricco che ci siamo lasciati suggestionare nel processo che ha portato a creare lo spettacolo.  Gli eventi della nostra vita vengono spesso percepiti come se vissuti da dietro un velo che sì, ci lascia vedere le cose, ma non in maniera nitida e completa. A volte questo velo si alza e possiamo rivedere le stesse cose in maniera più chiara, lucida, diversa; altre volte invece la sua maglia si fa spessa  lasciandoci praticamente al buio. Questa alternanza ci confonde, e ciò che in un determinato momento sembra essere reale potrebbe rivelarsi poi solamente un’illusione, o viceversa potremmo inaspettatamente ritrovarci a scoprire un senso in cose ritenute fino a quel momento illogiche o irreali. Lo spettacolo propone delle situazioni assurde, ironiche, paradossali; prendendo talvolta spunto da film, testi e racconti, ma soprattutto da  suggestioni e riflessioni  personali degli attori, in un percorso che tocca diverse fasi della vita.  Non vi è una vera e propria trama, ma solo una serie di quadri in cui le cose accadono come domande. Il senso forse sfugge… o forse semplicemente è dietro il velo.

MERCOLEDÌ 18 MAGGIO

ore 9.30
Liceo Città di Piero di Sansepolcro (AR)
UN CLASSICO
Laboratorio del Teatro di Anghiari
condotto da Andrea Merendelli e Stefano Francoia
insegnante di riferimento Prof.ssa Sonia Savini
laboratorio interclasse con: Balassini Diego, Belli Laura, Bendini Francesco, Cecconi Sara, Cianciaruso Susanna, Ciarofoli Edoardo, Dini Federica , Gianlorenzi Enrico, Ligi Lucia, Livi Sofia, Marinelli Rebecca, Merendelli Irene , Piervitali Valentina, Raini Luisa, Signorelli Letizia, Urbani Lavinia, Zadi Gianmarco

Nell’anno scespiriano, un classico che i ragazzi mettono in scena per commemorare uno scrittore che sicuramente non è secondo a nessuno e ha influenzato molti e, comunque, ha lasciato un eco mondiale del suo nome che certamente non passa inosservato ai più. Tuttavia non è facile misurarsi con un classico e capire se i studenti l’hanno capito a fondo prima di questa recita che sicuramente non sarà facile per loro. Comunque sia è indubbiamente un onore essere qui e certamente questa kermesse servirà a comprendere che il teatro serve ai ragazzi come esperienza anche oltre

ore 10.30
I.s.i.s. “Giovanni da Castiglione” di Castiglion Fiorentino (AR)
CIRCO DELLO STIVALE
(liberamente tratto da “La signora è da buttare” di Dario Fo)
di Sara Venuti e ragazzi del laboratorio teatrale
insegnante di riferimento: Luisa Vannucci
laboratorio interclasse con: Adreani Arianna, Bocconi Martina, Boncompagni Anna, Cecconi Sara, Ciardi Linda, Crott Benedetta, Curci Elena, Di Troia Giulia, El Boka Elmedi, Ernesti Nauni, Ferraiuolo Teresa, Ginetti Federica, Islamaj Olta, Materazzi Francesco, Mistretta Marto, Reali Ludovico, Rosadoni Francesca, Scialdone Simona, Zekkaria Ilham

Sotto il tendone si svolge la normale routine circense, tra allenamenti ed esibizioni. Eppure qualcosa di grottesco e irreale sta prendendo il sopravvento. Cosa si nasconde dietro a questo colorato ammasso di soubrettes, lanciatori di coltelli, clown, equilibristi? Il circo è arrivato in città, o forse c’è sempre stato.


ore 11.30 ore 21
Liceo Linguistico Sociopsicopedagogico V. Colonna Arezzo
SOGNO DI UN COMPITO DI MEZZO QUADRIMESTRE
Laboratorio  della Libera Accademia del Teatro
condotto da Amina Kovacevich e Ilaria Violin e Ciro Gallorano
insegnanti di riferimento: Chiara Meozzi, Donatella Rametta
laboratorio interclasse con: Francesco Accolti, Diana Albu, Nico Bardelli, Claudia Bellini, Alessandro Bindi, Agnese Bonarini, Emma Brunetti, Lucia Brunacci, Matteo Dragoni, Sonia Eremitaggio, Laura Fabbri, Francesco Fanetti, Giulia Gatteschi, Gabriel Hibjila, Angela Liberatori, Gianmaria Mannelli, Niccolò Parnetti, Isobel Raiola, Margherita Raschi, Antonella Torres, Chiara Vestrucci, Giacomo Zanni

Il progetto ha preso le mosse da un’idea degli allievi i quali si sono immaginati un vecchio Shakespeare che ripensa e rivede i suoi personaggi, dando spazio nella sua mente soprattutto a quelli secondari. L’anziano scrittore immagina di seguire alcuni di questi personaggi oltre lo spazio teatrale che a loro aveva riservato nei suoi drammi. Ecco perché troveremo sulla scena maschere comiche alternate a personaggi appartenenti alle tragedie shakespeariane, che solo per brevi attimi tenteranno di recuperare una loro esistenza autonoma.
Gli allievi si alterneranno nella rappresentazione di brevi scene che trovano ispirazione sia nei testi del Bardo che nella loro fantasia, senza trascurare il ricorso alla contaminazione di linguaggi diversi sia dal punto di vista letterario (i sonetti di Shakespeare), che da quello dei mezzi di comunicazione utilizzati.

GIOVEDÌ 19 MAGGIO

ore 14.30

Liceo Artistico Piero Della Francesca (AR)
ARTE VIVA
Elaborazione del testo di Amina Kovacevich sulla base di idee, spunti e suggestioni dei ragazzi
Condotto da Amina Kovacevich, Silvia Martini E Ilaria Violin
Insegnanti di riferimento Ideatrici E Coordinatrici Del Progetto Cristina Arcuri E Alessandra Ciofini
Musica E Canto: Diana Crepaz, Luciano Guarino – Danza: Francesca Barbagli – Scenografie: M.Grazia Barbagli
Coordinamento Attivita’: Gaia Ragazzini – Foto, Riprese Video E Materiale Grafico: Francini Asia, Giuntini Monica, Patru George, Villani Greta Coordinati Da Silvia Cacciatore
Laboratorio interclasse di arteintegrate con: Akter Tahuida, Bennati Elena Zoe, Bigazzi Alessandra, Benassi Andrea Bojarska Dominika, Caygill Piero, Cani Christian, Castelli Martina, Chimenti Chiara, Cioli Giulia, Grazzini Giovanni, Di Lorenzo Alessia, Dragan Andra, Fabianelli Chiara, Goti Elena, Lorini Mirko, Pichi Francesco, Mattioli Arianna, Menchetti Federico, Mirra Andrea, Mirra Francesca, Moruthoane Ginevra, Pala Eros, Pratesi Chiara, Seri Samuele

Un gruppo di professori intenzionati ad aiutare i propri allievi a riscoprire la passione per le opere d’arte, decide di chiedere aiuto ad un team di scienziati molto particolari, il team “ESAETRA”. Con i loro esperimenti cercano di rendere vivi i dipinti e le opere d’arte per farle apprezzare ai giovani. L’esperimento si avvale di un elemento magico … l’amore! I ragazzi coinvolti saranno affascinati dalle opere non solo perché sono belle ma perché, vedendole vive, possono riconoscersi in loro.

VENERDÌ 20 MAGGIO

OFFICINA DELLE ARTI SOCIALI
percorsi di laboratorio sulle arti sceniche e figurative dentro la scuola
Laboratori arti integrate

ore 9.30
ISIS “B. Varchi” – “R. Magiotti” di Montevarchi (AR)
PASSI SILENZIOSI
Laboratorio di Diesis Teatrango
Condotto da Piero Cherici e la collaborazione di Filippo Mugnai insegnante di riferimento Prof.ssa Rossella Biondi
laboratorio interclasse con:  Sanna Giada, Cigolini Alfiero Umberto, Calcinai Filippo, Venturini Silvia, Falugi Dario, Londretti Andrea, Bacci Leonardo, Barjamaj Vanessa, Di Pietro Alessandra, Del Pace Maria Laura, Bartoli Thomas, Gibelli Alice, Mori Andrea, Petreni Tommaso, Massai Tommaso, Papini Iacopo, Galassini Noemi, Orbi Niccolò, Stefanelli Caterina, Di Pietro Francesca, Taddeucci Giulia, Petreni Tecla, Cuccoli Stefano, Londolini Zoe, Salvini
Claudia, Vignani Camilla, Tiripelli Rachele

Partendo dalle suggestioni riguardo l‘argomento degli stereotipi di genere sono state create improvvisazioni teatrali, scritture e azioni che hanno affrontato il tema prendendo come base gli stereotipi di genere nelle fiabe: La bella principessa da salvare, il principe bello e coraggioso, il personaggio brutto esteticamente ma con una grande bontà.
Il lavoro ha le sue basi nella creazione attraverso tecniche d’improvvisazione scenica, relazione fisica con sé e gli altri, ricerca vocale e selezione di testi prodotti dai partecipanti.

ore 10.30
Convitto nazionale, Liceo Artistico Coreutico  Internazionale Piero della Francesca
FORSE ERA SOLO UN ELFO
Composizione astratta di azioni teatrali
Laboratorio interclasse con: Simona Marraffa, Mirco Lorini, Matteo Tornesello, Olivia Passarella, Giada Bernardini, Cristian Cani, Juan Caprini, Albert Caprini, Alessandra Bigazzi, Grazia Lazzaro, Camilla Caminero.

Q.B (quasi ballo)
Performance Laboratorio rete Osa sul tema del Tempo : “Q.B. (quasi ballo)”. Quasi ballo è una danza dell’essere quando si avvicina lentamente all’ORA,  prima dell’inizio e dopo la fine
Con Antonella Ganino, Stefania Santini, Paolo Gagliarde, Paola Gorini, Domenica Tiezzi, Andrea Pettener, Laura Francoia, Andrea Capacci, Luti Shamlou, Patrizia Valdambrini, Ilaria Violin.
Condotto da Barbara Petrucci, Giovanni Zito, Marco Tulli

ore 21
Liceo Classico e Musicale F. Petrarca di Arezzo
SENZAMLETO
Laboratorio Associazione Noidellescarpediverse
di Samuele Boncompagni
condotto da Riccardo Valeriani
insegnante di riferimento Prof.ssa Rossana Gadani
laboratorio interclasse con: Francesca Botti, Alessandro Bruschi, Tommaso Caperdoni, Elisa Cappelletti, Checcacci Eugenia, Beatrice Donati, Paula Gheorghies, Elisa Lungu, Roberto Lungu, Luca Manneschi, Elisa Massetti, Letizia Materozzi, Simone Milleri,  Cristian Minotti, Chiara Nardoianni, Francesca Polverini, Leonardo Piomboni, Caterina Rosati, Francesca Sorini, Giada Santucci, Stella Vannucci, Sofia Vettese, Sara Viti, Giovanni Zannoni, Sofia Zuppa

Una riscrittura a quadri molto particolare del dramma di Shakespeare, nel quale si rivive la tragica vicenda del principe di Danimarca attraverso gli ochhi dei personaggi che gli gravitano intorno senza che egli appaia mai sulla scena.

ore 22
Liceo Classico e Musicale F. Petrarca di Arezzo
IL PICCOLO PRINCIPE E L’AVIATORE
Laboratorio Associazione Noidellescarpediverse
di Samuele Boncompagni
condotto da Riccardo Valeriani
insegnante di riferimento Prof.ssa Rossana Gadani
laboratorio interclasse con: Alice Azzara,  Agnese Bardelli, Costantino Benini, Giulia Biagini, Teresa Boncompagni, Margherita Buti, Martina Casi, Elena Droandi, Elena Falcone, Federica Felici, Gianmarco Landucci, Davide Mendez, Pietro Mezzabotta, Francesca Rossi, Elettra Sarno, Benedetta Sorbini, Elena Spigliantini, Agnese Trisolini, Caterina Viarchi, Rebecca Vignali, Valeria Vongher, Chiara Zanotto

Tratto dal testo di A. de S. Exupery che è un viaggio alla riscorperta della poesia del libro attraverso un lavoro corale nel quale i ragazzi si alterneranno nei ruoli dei due protagonisti evocando frasi e personaggi sullo sfondo di un mondo desertificato.

SABATO 21 MAGGIO
ore 9 e ore 21
Liceo Classico e Musicale F. Petrarca di Arezzo
SENZAMLETO
Laboratorio Associazione Noidellescarpediverse
di Samuele Boncompagni
condotto da Riccardo Valeriani

ore 10
Istituto Buonarroti – Fossombroni di Arezzo
MACDEATH 24/7
Su libera ispirazione dal Macbeth di William Shakespeare e Macbetto di Giovanni Testori
Associazione Culturale La Filostoccola
condotto da Mirco Sassoli
insegnante di riferimento Prof.ssa Lucia Chelli
laboratorio interclasse con Marco Cherubini, Gloria Giovannetti, Sara Farruggia, Andrea Mazzetti, Martina Pancani, Denise Foglini, Eleonora Brioschi
Elaborazioni musicali Sir.J.Dyane

Una notte che sembra non finire mai. Un esclusivo party dove gli ospiti sembrano ingannare il tempo, intenti a stordirsi per non pensare, attenti ad essere selezionati e comprati.
Ognuno è pronto con una propria strategia e deciso a stabilire la sua posizione, la propria sorte di vittima o carnefice, di dominante o dominato.
Non esiste la pietà, non esiste la possibilità di sbaglio, nessuno può riparare ai propri errori.
L’ambizione per l’ambizione, il potere per il potere, nello sfrenato bisogno di Avere per Di-mostrare, nascondendo un proprio vuoto dove ogni personaggio sembra dolcemente cullarsi e giacere.
In un grottesco ed infantile gioco al massacro, ognuno è pronto a sfoderare la propria invincibile arma, a stringere i denti pur di arrivare ad un’ambita visibilità, ad una agognata meta, per regnare nei secoli dei secoli. Amen.

ore 11.30 ore 22
Liceo Classico e Musicale F. Petrarca di Arezzo
IL PICCOLO PRINCIPE E L’AVIATORE
Laboratorio Associazione Noidellescarpediverse
di Samuele Boncompagni
condotto da Riccardo Valeriani

All’interno della rassegna MESSAGGI MOSTRA FOTOGRAFICA OSA documentazione dell’esperienza di due anni di laboratorio presso il Liceo “Piero della Francesca” realizzata da Franco Sbragi, Benedetta Versari, Lucio Mammuccini, Nicola Canzi, Gessica Aristarchi. A cura della Cooperativa Progetto 5

INFO: Rete Teatrale Aretina 0575/1824380 – info@reteteatralearetina.it